Leadership forte o flessibile ?


Riprendo il tema sulla leadership e provo ancora a cercare la Via (il Tao) riflettendo su una frase già pubblicata in un precedente post tratta da “Tao Te Ching”:
Di un grande leader che lo governa il popolo non avverte quasi la presenza.”
Cosa significa non avvertire la presenza? Certo non significa assenza.
Penso significhi confluenza tra sistema e valori accettando il concetto di responsabilità morale universale.
Ma qual’e l’atteggiamento corretto da adottare?
Provo a spiegarmi attraverso una antica parabola:
Un giovane rivolgendosi ad un saggio si lamentò di come il lavoro, la crisi economica e gli obiettivi aziendali fossero troppo duri. Non riusciva più a fronteggiare le situazioni e aveva voglia di piantare tutto; era stanco di combattere. Sembrava che, appena un problema era risolto, un altro ne sorgesse a complicare le cose.
Il saggio, dopo averlo lasciato sfogare, lo portò a pranzo. Chiese dell’acqua bollente in tre distinti recipienti, una carota, un uovo e del caffè. Nel primo recipiente mise la carota, nel secondo un uovo, e nel terzo una manciata di caffè.
Dopo circa venti minuti tirò fuori la carota. Così fece anche con l’uovo, e versò il caffè.
Rivolgendosi al giovane gli chiese: “Dimmi cosa vedi.” “Una carota, un uovo e del caffè”, rispose il giovane. Poi, chiese: “Che cosa significa tutto questo”?
Il saggio spiegò che ognuna delle tre cose aveva dovuto far fronte alla stessa avversità: l’acqua bollente. E ognuna di esse aveva reagito in modo diverso.
La carota era entrata nell’acqua forte e dura…. Ma dopo aver lottato con l’acqua bollente, si era indebolita.
L’uovo era entrato nell’acqua fragile. Il guscio sottile proteggeva il suo interno liquido, ma dopo aver lottato con l’acqua bollente si era indurito.
Il caffè macinato, invece, si era comportato in modo del tutto unico. Dopo essere stato gettato nell’acqua bollente, esso aveva agito sull’acqua e l’aveva trasformata!
“Con quale di questi tre ti identifichi”?
“Quando l’avversità bussa alla tua porta, come rispondi? Ti comporti come la carota, come l’uovo o come i grani di caffè macinati? Chiediti sempre “a quale di questi tre rassomiglio”? Sono come la carota che sembra forte e dura, poi a causa della sofferenza e dell’avversità divento soffice e rammollita e perdo la mia forza?
Sono come l’uovo che all’inizio ha un cuore tenero e malleabile, ma cambia con il calore?
Oppure, sono come il caffè? Se guardi bene, esso cambia l’acqua, cioè proprio quelle circostanze che gli procurano sofferenza. Quando l’acqua si scalda, il caffè comincia a emanare il suo aroma e la sua fragranza.
Quando le prove della vita sembrano essere enormi, cerchi di elevarti ad un altro livello?
A questo punto il saggio con profonda compassione disse al giovane: possa tu avere abbastanza gioia da renderti tenero, abbastanza prove da renderti forte, abbastanza sofferenze da farti rimanere umano, e abbastanza speranza da renderti felice.

L’acqua rappresenta il Sistema economico globale, la sua temperatura rappresenta il grado di competizione, le difficoltà e le crisi. Se saremo come il caffè, quando la temperatura salirà, diventeremo migliori e cambieremo la situazione accettando l’acqua bollente e trasformandoci con essa. Solo a questo punto il cambiamento sarà naturale e si potrà dire: “Di un grande leader che lo governa il popolo non avverte quasi la presenza.”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Etica, Management, Solidarietà e Responsabilità e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...