Il rischio creativo


Il resto del mio discorso (spiegò agli uomini)
Lo potrete ascoltare quando avrò tempo per parlare.
Ma lo Snualo è vicino, lasciate che ve lo ripeta!
È vostro glorioso dovere cercarlo!

(…) Poiché lo Snualo è una creatura singolare che non
vuole essere catturata in modo usuale. Fate tutto
ciò che sapete, e tentate ciò che non sapete:
oggi non deve essere sprecata nessuna opportunità!

LEWIS CARROLL, La caccia allo Snualo

Il geniale creatore di Alice nel paese delle meraviglie si concede un divertimento, inventando una creatura immaginaria, combinazione tra un serpente e uno squalo, di cui non si conosce niente se non la natura estremamente pericolosa. La spedizione che va alla ricerca dello snualo è una combriccola improbabile di vari mestieri e figure. I dialoghi inverosimili, ricchi di doppi sensi e astruserie.
Ma nel bel mezzo di strofe dai significati surreali, compare un paio di versi illuminanti: “fate tutto ciò che sapete, e tentate ciò che non sapete”.
Fare ciò che si sa fare appartiene alla regola, ai requisiti di qualità, alla professionalità, in definitiva alla ripetizione. Ma lo scarto che può generare innovazione avviene quando “tentate ciò che non sapete”. A rigore, se non sapete, non dovete agire. La paralisi della azione è una drammatica conseguenza. Se agite anche senza sapere è perché volete esplorare il nuovo, prendendovi il rischio dell’insuccesso. Il sapere viene dopo, non prima. Prima l’azione, poi la conoscenza: la conoscenza è creata dall’azione. Per innovare, tentare anche quando non si sa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Frammenti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il rischio creativo

  1. Romana ha detto:

    Che ne dice l'”assicuratore” del rischio creativo?
    In un mondo in cui vogliamo “certezze” di tutto, parlare di rischio creativo significa tornare al concetto che il rischio fa parte dell’applicazione dell’intelletto,che non tutto è prevedibile e controllabile, che anche l’assicurazione sui “rischi” aiuta a frenare il senso di responsabilità e di scoperta.
    Chissà se qualche assicuratore aveva fattpo una “polizza casco” a Indiana Jones.
    Romana

  2. Ivano ha detto:

    Sintetizzerei così:
    Think different!
    Questa è la differenza tra un “visionario” e uno “spericolato pronto anche all’insuccesso”.
    Ci sono troppi spericolati che tentano ciò che non sanno, molto spesso alle spese di altri. Sono dappertutto. Li trovi al comandano di plotoni di aspiranti stregoni. Fermiamoli!
    “Tutto ciò che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato” Gautama Buddha
    Think different!
    Ivano

    • luk ha detto:

      Grazie del commento!!
      Penso che Think different sia legato all’ispirazione.
      L’ispirazione è uno stato di slancio dell’anima in presenza del quale il processo creativo si fa semplicemente con facilità. A questo punto le nostre azioni saranno naturalmente orientate verso il giusto fine.
      L’ispirazione è lo stato di unità dell’anima e della ragione. L’ispirazione non compare ma semplicemente viene liberata, mentre al contrario, l’ispirazione si contrae quando la ragione impaziente caccia l’anima nel guscio d’attesa.
      Penso che questa rappresentazione possa rappresentare il significato della frase “tentate quelle che non sapete”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...